emergency






Come risparmiare in casa



I GIARDINI

La progettazione di un giardino è sicuramente il primo passo per rendere unico e vivile questo spazio esterno e verde della propria casa. Progettare un giardino vuol dire personalizzarlo per rispecchiare la personalità di chi abita in casa.

La progettazione di un giardino avviene attraverso alcune fasi:

  1. Lo Studio dell'ambiente: La progettazione dei giardini infatti, richiede uno studio approfondito del clima, del terreno e della sua morfologia, della disponibilità dell'acqua e dell'esposizione al sole, delle dimensioni, della presenza di eventuali animali domestici e anche dei gusti dei proprietari.
  2. La fase di realizzazione: Dopo lo studio si passa alla fase di realizzazione, cercando di ottimizzare l'ambiente trasformandolo e arricchendolo di particolari e di piante. L'obiettivo è quello di coniugare perfettamente la natura con la tecnologia, la qualità con il gusto, il benessere e la funzionalità. Dunque ampio spazio non solo alle piante e agli alberi e al prato, ma anche a gazebi, sedie, sdraio. Quindi a voi la scelta tra pavimentazione o prato, camminamenti, bordure, illuminazioni, fontane, piante grasse o colorate, alberi e cespugli...
  3. La Fase della cura e del Mantenimento: Una volta realizzato il giardino deve essere curato e mantenuto sempre verde e vivo. Come? Basta seguire alcuni semplici accorgimenti come la cura e il taglio periodico del manto erboso, piccoli interventi fitosanitari, nutrizione delle piante e potatura degli alberi e la cura delle aiuole.

I BALCONI

Anche i balconi richiedono una progettazione e una cura che passa attraverso alcune fasi. A Seconda dello spazio che si dispone i balconi possono essere degli ambienti personalizzabili non solo con piante e fiori ma anche con mobili in legno o in ferro, tavoli grandi o piccoli,tende o luci.
Ecco alcuni consigli su cosa scegliere per arredare, curare e mantenere un balcone.

I Mobili per i balconi: Quando vi apprestate a scegliere i mobili per il vostro balcone considerate che questi mobili devono superare le varie e diverse tempeste atmosferiche, quindi cercate di optare per mobili in legno o in ferro in modo che non si rovinino. Per rendere abitabile il balcone se lo spazio lo permette potreste scegliere un tavolo, oggi in commercio ce ne sono tantissimi e di forme diverse: tondi, quadrati o rettangolari, ciò che conta è adattarlo all'ambiente, circondandolo magari con sedie comode o piccole sdraio con materassini.
Fondamentale per i balconi diventa la scelta dei tendaggi. Spesso le tende devono adeguarsi allo stile condominiale l'importante è scegliere dei tessuti ultraresistenti in grado anche di filtrare la luce del sole.

La luce per i Balconi:
I balconi oltre ad essere arredati possono essere personalizzati con delle specifiche luci per esterno. Se il balcone è piccolo basta scegliere una semplice lampada anche da tavolo o a stelo. I modelli e le proposte di certo non mancano. In caso di balconi grandi si potrà invece optare per diversi tipi di illuminazione o giochi di colore.

Le piante per i Balconi:
I balconi dunque possono essere arredati anche con delle piante, ma come scegliere quelle giuste?
Partendo dal presupposto che le piante da balcone devono avere principalmente una funzione estetica ed ornamentale, sicuramente non va sottovalutato il fatto che queste piante devono essere di facile manutenzione. Per scegliere una pianta da balcone bisogna considerare lo spazio e la luminosità del balcone stesso.
Di solito la scelta classica ricade sulle siepi basse come il Lauro, il Bosso, il Pittorosso... oppure il gelsomino, la bouganville o il geranio.